Come scegliere le pentole compatibili con il piano di cottura? Guida completa, prodotti, marche, costi

Per il piano di cottura trovare la pentola giusta è proprio una rottura? Non più con questa pratica guida ai  prodotti, marche e costi delle pentole compatibili con il piano cottura!

Per sapere che pentola acquistare per il nostro piano cottura, è giusto partire dalle basi. Quali sono le tipologie di piani di cottura? Sono sostanzialmente tre: a gas, elettrico e ad induzione.

Li vediamo in dettaglio per le loro caratteristiche qui di seguito.

Il sovrano antico: il piano di cottura a gas

Ci accompagna da intere generazioni e non ci ha mai deluso. Da quando i nostri avi si portavano in giro pesanti bomboloni che potevano essere una vera e propria bomba ad orologeria nell’abitazione ai giorni nostri.

Questo tipo di piano di cottura è idoneo praticamente a tutti i tipi di pentole, anche se, con la fiamma viva il fondo andrà a deteriorarsi. Per chi tiene all’ambiente uno svantaggio è la risorsa utilizzata che influisce negativamente sulla Madre Terra.

ProContro
I materiali delle pentole sono quasi tutti idonei.Il fondo della pentola andrà deteriorandosi.
Facilità di utilizzo.Impatto ambientale alto.

Che scossa con il piano di cottura elettrico!

Cambiare ed andare oltre alle tradizioni suscita spesso perplessità. Quando si pensa a cucinare, ci si immaginano delle belle fiamme blu che danzano dai nostri fornelli ma se si pensa a quanto si va ad impattare negativamente sull’ambiente, forse bisognerebbe prendere una scelta consapevole e lanciarsi su un piano cottura elettrico.

Vantaggi? Molti. Il primo e più pratico è che lo puoi posizionare dove vuoi. Basta avere una presa di corrente a portata di mano e potrai cucinare in qualsiasi luogo. Secondo, il riscaldamento avviene in tempi minori rispetto al piano cottura a gas. Per ultimo, potrai utilizzare qualsiasi pentola e non si rovinerà nel tempo!

ProContro
Cottura a basso impatto ambientale.Attenzione a far raffreddare le piastre.
Qualsiasi pentola andrà bene e non si deteriorerà.
Puoi usare il piano cottura elettrico dove vuoi
Cottura più veloce

Tecnologia e innovazione con la cottura ad induzione

Se ne sente parlare spesso, specialmente da qualche anno a questa parte, ma per molti è sempre rimasto un mistero. Finalmente scioglieremo ogni dubbio e ti spiegherò in modo semplice quale è il principio che regola il funzionamento del piano cottura o piastra ad induzione.

Facciamo un breve ripasso di fisica. Se una bobina di materiale conduttore viene attraversato da corrente alternata, questa produce un campo magnetico  ma, data la sua variazione nel tempo, produce delle correnti indotte che, per “Effetto Joule“, si trasformano in… calore!

Hai presente quando tocchi una lampadina che è stata accesa per qualche minuto e rischi un’ustione di quinto grado ai polpastrelli? Quello è l’effetto Joule ed è lo stesso principio sul quale si basa il funzionamento del forno.

In questo caso i materiali delle pentole che andranno usati dovranno essere di tipo ferroso per attirare il campo magnetico generato dalla bobina ma, anche se sembra assurdo, non dovranno essere degli ottimi conduttori, anzi. Questo è dovuto al fatto che più è “buono”, e non da mangiare, il conduttore e più ci sarà il rischio di aumentare le correnti di dispersione che faranno riscaldare poco il recipiente.

Il materiale della pentola per il piano cottura ad induzione dovrà essere di tipo ferroso ed un discreto conduttore elettrico

Con questa soluzione si avrà un notevole risparmio energetico, una scelta green ed un piano cottura assolutamente facile da pulire grazie al resistente rivestimento in ceramica.

ProContro
Cottura greenI tipi di pentole devono essere di materiali specifici
Risparmio energetico
Velocità di pulizia
Piano cottura sottile e resistente

Ora che hai bene a mente quali siano le caratteristiche dei vari piani di cottura, saprai scegliere molto meglio la pentola più idonea.

Se non sai ancora quale acquistare, continua la lettura e scopri le marche, i prodotti ed i costi che trovi sul mercato.

Pentole per piano cottura a gas ed elettrico

Verranno racchiuse in un’unica sezione le pentole che possono essere utilizzate sia per il piano cottura a gas sia per quello elettrico perché le caratteristiche sono le stesse.

Per quanto riguarda le pentole per il piano a cottura ad induzione dovranno essere trattate a parte.

Andiamo al nocciolo della questione e parliamo di marche e prezzi. In commercio si trovano pentole di innumerevoli brand ma quali sono davvero affidabili?

Lagostina

Azienda italiana che nel suo nome racchiude storia, esperienza, qualità e garanzia. Ha davvero una vastissima scelta di pentole anche per i piani cottura ad induzione.

Prezzi: dai 25 agli 80 euro al pezzo

Bialetti – Aeternum

L’omino con i baffi non poteva non essere citato in questa guida. Come per Lagostina, il brand vive nella casa degli italiani, e non solo, da generazioni ed ha allargato i suoi orizzonti alla cottura ad induzione. Negli anni si è evoluta ed è disponibile su Amazon la linea Aeternum cha ha un nome che promette il meglio.

Prezzi: dai 15 ai 30 euro al pezzo

Royalty line

La qualità non si trova solo in Italia ma anche all’estero come nella precisissima Svizzera. La caratteristica peculiare di questa azienda è il suo primeggiare nelle pentole in pietra lavica. Questo materiale garantirà antiaderenza senza il rischio di ingerire sostanze tossiche provocate dalla cottura.

Prezzi: tra i 25 ed i 50 euro al pezzo

Pentole Agnelli

I brand citati in precedenza realizzano prodotti per un uso più domestico ma sono state selezionate le Pentole Agnelli per un utilizzo professionale o per quelle persone che vogliono il massimo nella propria cucina.

Prezzi: range professionale/ dai 70 euro in su al pezzo

Pentole per piano cottura ad induzione

Abbiamo già citato le marche Bialetti e Lagostina che realizzano pentole non solo per i piani cottura a gas ed elettrici ma anche per quelli ad induzione. Vediamo le altre marche:

Berndes

Azienda che produce pentole in alluminio pressofuso con rivestimento antiaderente per evitare alterazioni dei cibi. Questi prodotti sono realizzati direttamente con alluminio fuso colato nello stampo per rendere durevole ogni pezzo.

Prezzi: dai 20 ai 100 euro al pezzo

Stoneline 

Antiaderenza è la parola d’ordine per questa azienda tutta tedesca perchè è l’unica ad aver progettato un rivestimento in resina con micro particelle di pietra.

Prezzi: introno ai 50 euro al pezzo

Tognana

Sembra davvero che l’Italia sia la più evoluta nella progettazione ed ideazione di pentole perchè nella guida è presente un’altra italianissima ed è l’azienda Tognana. La serie di pentole realizzate per la cottura ad induzione sono tutte in alluminio con un fondo spesso per condurre e distribuire il calore uniformemente.

Nata nel 1994 a Genova ed ho conseguito studi scientifici anche se la principale passione è sempre stata l’arte in ogni sua forma. Scoperta la passione e le doti per la scrittura, decido di mettermi in proprio e lavorare come articolista freelance, oltre ad occuparmi di campagne pubblicitarie ed organizzazioni di eventi.

Back to top
menu
miglioripentole.it